Psicologia, sentiment e volatilità

AUTORI:
Francesco Caruso
Stefano Bini

Francesco Caruso e Stefano Bini non sono certo esordienti nella frequentazione dei mercati finanziari! Il primo è il creatore di numerosi indicatori di analisi tecnica (fra cui il Composite Momentum) e ha ottenuto i massimi riconoscimenti IFTA a livello mondiale. Dal canto suo, Bini si è aggiudicato il SIAT Award e il premio SIAT Technical Analyst.

Con questo testo gli autori intendono gettare una nuova luce su temi ormai riconosciuti come fondamentali da tutti i maggiori trader al mondo: finalmente un punto di vista autorevole e approfondito su dinamiche del ciclo di mercato, formazione di un trend, “trappole” comportamentali, volatilità e sua analisi, volatility index, fear/complacency index, sentiment spread e market barometer.

Nell’introduzione del libro si legge: “Anni di frequentazione con i mercati e con tutti i loro attori – investitori, trader, gestori, analisti, private banker – ci hanno convinto che la componente psicologica è decisiva  per il successo o l’insuccesso.
Approcciare i mercati con superficialità e senza la dovuta applicazione è come farsi rinchiudere nella gabbia della tigre senza nemmeno il frustino.
La comprensione del posizionamento psicologico  proprio e degli altri  partecipanti è altrettanto importante per le decisioni operative della comprensione del contesto ciclico o economico, oppure della conoscenza degli strumenti di investimento”
.

Pubblicazione: Giugno 2019
Editore: Trading Library | Vai alla scheda sul sito dell’editore

Medie e indicatori

AUTORI:
Francesco Caruso
Stefano Bini

Il termine oscillatore è comunemente utilizzato per definire ogni grandezza risultante da elaborazioni elementari dei prezzi e finalizzata alle misurazioni delle più significative variazioni evidenziate dai prezzi stessi. Lo studio di un mercato mediante gli oscillatori è diretto a estrapolare il saggio di variazione di una serie storica di prezzi e a individuare sia le fasi di trend che le cosiddette fasi di ipercomprato e ipervenduto.
Questa finalità viene raggiunta prevedendo per molti oscillatori (le medie sono un’eccezione) un campo di variazione entro cui si è evoluta la maggior parte dell’andamento passato.
L’utilizzo degli oscillatori e degli indicatori permette di confrontare sistematicamente la dinamica degli stessi con il movimento dei prezzi per identificare eventuali situazioni di concordanza o discordanza. Questo comporta la costruzione di modelli che evidenziano sia l’evoluzione dei prezzi, sia l’andamento dell’oscillatore: questi stessi modelli sono alla base di numerosi sistemi operativi che vanno dai trading system più comuni agli algoritmi genetici, per finire alle componenti di reti neurali e machine learning.
In analisi tecnica vi sono moltissimi indicatori. In questa guida, Francesco Caruso (creatore di numerosi indicatori) e Stefano Bini (stretto collaboratore di Caruso) hanno selezionato per voi quelli che consentono un’immediata applicabilità e che sono caratterizzati da un’efficacia operativa reale e comprovata nel tempo.

Pubblicazione: Maggio 2018
Editore: Trading Library | Vai alla scheda sul sito dell’editore

MIB 50000 - Un percorso conoscitivo nella natura interiore dei mercati

AUTORE:
Francesco Caruso

MIB 50000 non è altro che il massimo storico della Borsa Italiana: come tale, è un numero dotato di forte suggestione, specialmente in un momento come questo, dove l’Italia è sul filo del rasoio. Tuttavia, il libro non è dedicato se non in parte al tema del mercato azionario. Nella mia personale concezione, un libro è definibile dal fatto di poter essere ripreso e riletto dopo anni, senza che la maggior parte del suo contenuto abbia mutato di intensità e di valore. Altrimenti è qualche altra cosa: un saggio tecnico, un instant book, un diario di bordo. In questo senso, quindi, anche se la tesi di fondo è che nei prossimi anni il mercato azionario cambierà progressivamente pelle e tenderà a tornare verso MIB 50000, il vero fine di questo lavoro è di essere per l’investitore un breve ma intenso percorso conoscitivo sulla natura interiore dei mercati, quindi di dotarlo degli strumenti di base per affrontare il percorso inevitabilmente tortuoso e pieno di trabocchetti che porta alla meta finale: l’indipendenza decisionale in campo economico e la salvaguardia consapevole del proprio capitale.

L’investitore è di gran lunga il nemico più letale di se stesso. L’emotività e la mancanza di disciplina sono nemici quasi invincibili. Quando il mercato scende, si teme il tracollo ma – sotto sotto – si cova la velleità di cercare i minimi con un colpo a effetto. Quando sale, si valuta la salita come incongrua ed eccessiva e si è ipersensibili a qualunque minima fluttuazione che porti a pensare che ci sia un massimo. È così, per quasi tutti, quasi sempre. Questo è soltanto uno dei motivi per cui i mercati sono perfette macchine per deludere e hanno – in ultima analisi – ragione sempre e solo loro.

MIB 50000 in questo momento appare come un luogo lontano, una coordinata su una carta topografica temporale, un obiettivo a tendere non solo per il mercato ma per noi tutti. È giusto che sia così. In questo caso, l’analisi e lo studio in prospettiva storica dei mercati sono utili soprattutto per capire che le cose stanno cambiando, che il vento è girato e anche per rendere concreta la speranza delle generazioni future di un nuovo Rinascimento italiano. MIB 50000 è però, insieme, il parto inevitabile di un lavoro di ricerca trasversale e multidisciplinare durato oltre venticinque anni e (almeno) trentacinquemila ore, spese nello studio e nell’osservazione dei mercati, delle loro dinamiche cicliche e comportamentali e della loro natura matematica.

Pubblicazione: II edizione – Maggio 2015 (prima edizione maggio 2014)
Editore: Trading Library |
Vai alla scheda sul sito dell’editore

I consigli dei grandi trader

AUTORI:
Francesco Caruso
Antonio Landolfi, Antonio Lengua, Enrico Malverti, Maurizio Mazziero, Eugenio Sartorelli, Paolo Serafini, Luca Stellato

Otto dei migliori trader italiani svelano le loro strategie di investimento, spiegando come ottenere guadagni persistenti sui diversi mercati finanziari. Ognuno degli autori espone la propria metodologia operativa descrivendo sia gli strumenti finanziari utilizzati (azioni, valute, materie prime, future) sia le tecniche adottate. Alcuni si concentrano sull’analisi ciclica, metodologia che permette di individuare l’alternanza tra fasi rialziste e fasi ribassiste che condizionano l’andamento dei mercati. Altri spiegano come costruire strategie automatiche basate sull’interazione fra l’analisi grafica e l’utilizzo di opportuni indicatori quantitativi. Decisamente interessanti infine sono i capitoli dedicati al Forex e alle materie prime, dove vengono trattate le relazioni esistenti tra i vari mercati finanziari e l’analisi intermarket che rende possibile individuare gli spostamenti dei flussi di denaro compiuti dai grossi fondi di investimento.

Pubblicazione: Ottobre 2012
Editore: HOEPLI |
Vai alla scheda sul sito dell’editore

Libri ultima modifica: 2019-04-16T18:18:13+00:00 da CM