L’azione dei mercati avvalora quanto scritto il 3 giugno (REAZIONE TECNICA – vedi sotto). L’ipervenduto di momentum, i ripetuti interventi e l’importanza dei supporti hanno permesso la definizione di un minimo credibile su borse e Euro/Usd. La situazione appare chiara dai tre grafici intraday che pubblico di seguito, che mostrano tipiche strutture di breve termine di inversione a minimi crescenti per SP MIB (Testa & Spalle rialzista), S&P500 (Doppio Minimo) e Euro/Usd (Triplo Minimo).

E’ conveniente vivere la situazione per quella che è, senza fare previsioni tanto inutili quanto azzardate. Gaudeamus igitur per il movimento positivo, che da un punto di vista puramente matematico, secondo i modelli si può spingere fino a fine mese-inizio Luglio, con targets-resistenze nelle note aree 1150 S&P, 21000 +/-500 SP MIB (ma il “nostro” esagera sempre…) e 1.24-1.28 Euro/Usd. Non prendete queste resistenze come spartiacque puntuali: sono piuttosto aree dove – se non intervengono novità eclatanti – molto probabilmente i mercati rifiateranno. Non dimenticate quello che sto scrivendo da inizio d’anno: le statistiche stagionali e cicliche degli anni che finiscono in zero e di ritmo 4 (2010, 2006, 2002, 2000, 1998, 1994, 1990 ecc.) focalizzano le difficoltà nel semestre centrale (Aprile-Settembre) e soprattutto nel periodo Luglio-Settembre. Ne riparliamo tra qualche settimana, se nel frattempo non arrivano altri focolai di tensione. Continuo a ritenere gli indici di gran lunga piu’ affidabili dei titoli per le strategie a breve, anche perché a livello settoriale c’è una certa confusione e i trend di forza relativa si muovono su linee incerte e di gran volatilità.

Update – Momentum-Crisi 1-1 (primo tempo): gaudeamus igitur! ultima modifica: 2010-06-11T00:41:35+00:00 da Francesco