Film – “The Impossible” (**1/2)

325

Storia (vera) di una famiglia, nella realtà spagnola, nella finzione cinematografica americana, che viene letteralmente spazzata via dallo tsunami thailandese del Dicembre 2004, per poi ritrovarsi. Il tema dello tsunami è già stato trattato – su ben altri piani – da Clint Eastwood in “Hereafter”. La prima mezz’ora sarebbe anche promettente, effetti speciali notevoli e una sequenza della tragedia coinvolgente. Da lì in avanti, purtroppo, lo sbracamento del film è totale e – tra lacrime a go-go e musiche zuccherose da far secco un diabetico – ci si trascina fino a un finale scontato sin dall’inizio (molto raro che le “storie vere” raccontate dal cinema hollywoodiano finiscano male…). Ewan McGregor ha una sola (in)espressione facciale dall’inizio alla fine del film e ci si chiede dove sia finito l’attore del bellissimo “L’Uomo nell’Ombra” di Polanski; Naomi Watts è brava, ma la nomination all’Oscar sembra davvero esagerata. Dispiace dirlo perché l’argomento è struggente, ma a mio parere il film è inutile e senz’anima ancor più che mediocre, fatta salva la scena dello tsunami e l’ambientazione accurata.

* = INGUARDABILE
** = MEDIOCRE
*** = BUONO
**** = DA VEDERE
***** = GRANDE FILM
****** = CAPOLAVORO ASSOLUTO

Film – “The Impossible” (**1/2) ultima modifica: 2013-02-14T09:29:24+00:00 da Francesco