Film estivi

344
L’estate non è periodo di grandi film: può comunque capitare – come al sottoscritto – di vedere cose fuori dalla media, in entrambi i sensi…

The Box (*** 1/2)

Il film, dello stesso regista di “Donnie Darko”, è tratto dal fulminante racconto “Button, button!” del grande Richard Matheson e verte sul rapporto azioni-conseguenze e sul sottile e diabolico (= ingannevole) confine tra perdita dell’innocenza morale e discesa nell’abisso. Senza essere un capolavoro e con coscienza dei suoi limiti (qualche incongruenza e qualche gioco visivo stile Lynch e Polanski), il film si presta a valutazioni qualitative diverse ma il messaggio è chiarissimo: nel gioco “morte contro soldi” non è in ballo un giudizio sul singolo, ma sulla struttura e decadenza morale del genere umano. Un’affascinante riflessione etica sull’egoismo e sul desiderio di ricchezza che non manca di inquietare. La scatola siamo noi e il bottone che premiamo, gira e rigira, anche se sul momento l’avidità ci rende piccoli piccoli e egoisti, finisce per riguardare noi stessi… Brava e bella la Diaz, colonna sonora splendida (Arcade Fire!) e arricchita da alcune perle ’70s (Clapton); incomprensibile la scelta dei distributori di mettere un film simile in programmazione estiva.

Solomon Kane (N.R.)

Film di tale assoluta, irrimediabile bruttezza e inutilità da meritarsi l’ “N.R.”, “Non Recensibile”. Siccome al peggio non c’è limite, i produttori minacciano un “sequel”. Ma de che? Faccio mio l’ineguagliato giudizio di Fantozzi sulla “Corazzata Potemkin” (vedi: http://www.youtube.com/watch?v=GZIAs5NWzFk).

Film estivi ultima modifica: 2010-08-11T08:49:13+00:00 da Francesco